venerdì 28 dicembre 2012

La solitudine dei lavoratori


Il grido di aiuto di un sindacalista che vede i lavoratori in difficoltà e abbandonati dalla politica


Ho quasi terminato il libro di Giorgio Airaudo, il sindacalista CGIL responsabile del settore auto nella FIOM-CGIL.

Il libro tratta le recenti vicende che attraversano il mondo dell'auto, lo scontro fra FIOM e FIAT a seguito della chiusura dello stabilimento di Termini Imerese e dei recenti referendum negli stabilimenti di Mirafiori e Pomigliano.

Il libro narra di vicende note ma non espone argomentazioni innovative. Non sono presenti proposte nuove. Si avvertono solo rivendicazioni.
Rivendicazioni di diritti legittimi ma acquisiti quando il mercato era in espansione, quando il mercato domestico era l'Italia, quando nessuno conosceva la globalizzazione, quando non esisteva l'Unione Europea.
Diritti acquisiti in altri tempi. Diritti da non abolire ma da riformulare per oggi.

Nel libro risalta l'effervescenza propositiva di Sergio Marchionne come purtroppo risalta l'incapacità del sindacato di elaborare proposte o contro-proposte credibili che non siano il mero mantenimento dello status quo o il rifiuto di quanto intacchi lo status quo.

Sullo sfondo dello scenario poi, si evidenzia la disarmante latitanza della politica.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...