lunedì 29 ottobre 2012

In caso di terremoto a scuola


In caso di terremoto é sicuro rifugiarsi sotto i tavoli?


Negli istituti scolastici riscontro spesso l'istruzione che in caso di terremoto occorra rifugiarsi sotto i tavoli.
In sintesi la procedura del Piano di Emergenza da attuare in caso di terremoto prevede
A. dopo la prima scossa rifugiarsi sotto i tavoli e
B. terminata la prima scossa e in attesa della seconda scossa evacuare i locali attraverso le vie di esodo e le Uscite di Sicurezza.

La logica della procedura citata poggia sull'affermazione che il terremoto batte, solitamente batte nel citato modo ovvero una scossa iniziale a cui seguono scosse successive.

A mio modesto parere la procedura ha notevoli criticità ovvero:

1. Non abbiamo certezze su come batta un terremoto ovvero non esistono certezze che possano garantire e quindi far prevedere il comportamento di un terremoto e quindi
2. A fronte di mancanza di comportamenti certi del terremoto come possiamo autorizzare ulteriori permanenze nel luogo da cui evacuare?

Con tali incertezze il criterio a cui ispirare la nostra azione é allontanarsi dal luogo pericoloso subito e nel minor tempo possibile.

Il resto son affermazioni legittime ma con basi logiche deboli e velleitarie.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...