venerdì 22 giugno 2012

Patente-a-punti sulla sicurezza poco convincente

Si torna a parlare di patente a punti sulla sicurezza.

In un interessante convegno organizzato il 21 giugno 2012 a Roma da Aiesil é tornata alla ribalta la patente-a-punti.
L'avv. Lorenzo Fantini del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ha comunicato l'intenzione del ministro Fornero di riprendere i lavori per definire e varare la patente-a-punti sulla sicurezza per le aziende italiane.

Premetto che non amo particolarmente questa misura anzi mi lascia piuttosto perplesso e dubbioso anche se non ho particolari avversità.
Questo strumento non mi convince molto perchè dà per scontato elementi che non credo siano scontati.

1. La patente-a-punti presuppone controlli e vigilanza adeguati per cui non verranno tolti punti dalla patente perchè l'azienda é adempiente cosiccome verranno tolti punti dalla patente perchè l'azienda é  inadempiente verso i propri obblighi sulla sicurezza sul lavoro;
Ne siamo sicuri?

2. Accade un infortunio in azienda ad un lavoratore per colpa dello stesso lavoratore o per colpa di un altro lavoratore.
Togliamo punti. E perchè? Se é colpa del lavoratore perchè l'azienda deve perdere punti?
Non togliamo punti. E allora a che serve?

Mi sembra che il sistema della patente-a-punti sia stato mutuato dalla patente-di-guida-a-punti in modo maldestro.
La patente-a-punti per la circolazione stradale é personale e indipendente dal veicolo guidato.
La patente-a-punti per la sicurezza in azienda é riferita all'azienda con tutte le criticità evidenziate.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...