domenica 4 marzo 2012

Qualcuno gioca sporco nella vicenda ThyssenKrupp?

Il comunicato-stampa
Sicurezza e Lavoro, periodico per la promozione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha diffuso il seguente comunicato stampa su richiesta delle sette famiglie delle vittime del rogo alle Acciaierie ThyssenKrupp di Torino del 6 dicembre 2007:

FAMILIARI VITTIME THYSSEN:
NESSUNA DENUNCIA AI SINDACATI

Non abbiamo dato alcun mandato ad avvocati per denunciare le rappresentanze sindacali (RSU) che lavoravano all’interno delle Acciaierie ThyssenKrupp di Torino per eventuali loro manchevolezze.

 I responsabili della morte dei nostri cari sono già stati individuati e condannati dalla Corte d’Assise di Torino. Sono: Herald Espenhahn, Marco Pucci, Gerald Priegnitz, Daniele Moroni, Raffaele Salerno e Cosimo Cafueri.

Riteniamo strumentali le polemiche sui sindacati e irresponsabili, in vista del processo di appello, le dichiarazioni degli avvocati riportate oggi sui quotidiani che sembrano lamentare la “condanna di un manager (Espenhahn, ndr) che non ha quasi mai messo piede in azienda” e non quella dei sindacati che “invece alla Thyssen c’erano tutti i giorni” (e hanno rischiato anche loro la vita tutti i giorni!, ndr).

Invitiamo cortesemente gli avvocati a smentire di avere da noi ricevuto un incarico anche solo per valutare la possibilità di denunciare le RSU e i giornali a rettificare la notizia.

I familiari delle sette vittime ThyssenKrupp
Torino, 23 febbraio 2012

Brutto segno dover ricorrere a notizie false.
Brutto segno dover ricorrere a notizie false e facilmente verificabili.
Segno di estrema debolezza o di perdita di lucidità.
Anticamera entrambe di azioni sconsiderate.

Per inquadrare il clima intorno alla tragedia ThyssenKrupp ricordo che stanno per iniziare i processi per falsa testimonianza di personale ASL e di personale ThyssenKrupp.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...