venerdì 30 marzo 2012

Le logiche della vigilanza e della prevenzione

Le azioni di vigilanza si differenziano, e devono differenziarsi, dalle azioni di prevenzione.
La vigilanza deve sanzionare comportamenti inadeguati mentre la prevenzione deve prevenire eventuali comportamenti inadeguati.

E come notato in altre occasioni anche l'approccio é diverso e deve essere diverso.

La vigilanza presuppone l'eventuale scontro verbale, la necessità del riscontro oggettivo, il non doversi fidare, il chiedere conferma sempre di quanto affermato, il pensare male di andreottiana memoria.
Lo esige il ruolo e il rapporto che si crea fra controllato e controllore.

La prevenzione, al contrario, ad oggi é molto più rilassante.
Necessita sempre di competenze approfondite e specifiche ma é più rilassante.
Innanzi non devi fare il cane ma devi dare buoni consigli che, se inascoltati, non presuppongono responsabilità.
Semmai se inascoltati mettono in gioco il collega della vigilanza...
Inoltre le relazioni sono più rilassate e agevoli.

E, permettetemi la cattiveria, talvolta puoi spendere anche parole con scarsa responsabilità.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...