domenica 26 febbraio 2012

L'azione di regresso dell'INAIL

Come noto e come sperimentiamo regolarmente il Testo Unico sulla sicurezza - D.Lgs. 81/08 - come qualunque normativa o come qualunque testo, non smette di riservare soprese a chi lo avvicina con spirito recettivo e curiosità sufficiente.

Un esempio di quanto premesso é l'articolo 61 che tratta sui rapporti fra le Procure della Repubblica e l'INAIL. In breve l'articolo 61 del Testo Unico sulla sicurezza prescrive che in caso di esercizio dell'azione penale il pubblico ministero dia notizia all'Istituto, all'INAIL, per l'eventuale costituzione di parte civile ai fini dell'esercizio dell'azione di regresso.
Vediamolo:

 Articolo 61 - Esercizio dei diritti della persona offesa

1. In caso di esercizio dell’azione penale per i delitti di omicidio colposo o di lesioni personali colpose, se il fatto è commesso con violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro o relative all’igiene del lavoro o che abbia determinato una malattia professionale, il pubblico ministero ne dà immediata notizia all’INAIL ed all’IPSEMA, in relazione alle rispettive competenze, ai fini dell’eventuale costituzione di parte civile e dell’azione di regresso. [..]

Mi sembra molto importante.
Ininfluente ai fini della prevenzione ma sicuramente legittimo, doveroso ed equo ai fini della deterrenza e della sanzione.

Sei colpevole di un omicidio colposo o di lesioni personali colpose?
Si.
Io INAIL mi rivalgo su di te, responsabile dell'omicidio colposo o delle lesioni personali colpose.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...